Catalan Referendum: la democrazia non si reprime

D’ora in poi la Spagna sarà divisa. Sarà divisa, nonostante il risultato referendario e la pronuncia dell’ Unione Europea che ha confermato l’illegittimità del referendum (giacché viola la costituzione spagnola)  di ieri, 1 ottobre 2017. Al di là di ogni analisi politica, al di là di ogni presa di posizione…

continua a leggere

Brindisi, caso Cerano: è il cemento, bellezza!

“Nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Pare che le centrali di Cerano ed Ilva abbiano fatto buon uso della legge della conservazione della massa. Il recente caso che ha visto coinvolti decine di indagati, con annessi sequestri delle centrali, è forse la testimonianza più chiara. Meno chiaro, invece, è il…

continua a leggere

Da Renzi a Di Maio: i turbo leader all’opera

Turbopolitici all’opera. Appena terminata l’estate, ecco che i maggiori leader tornano sulla cresta dell’onda, anche se sarebbe meglio dire “dell’onta”. Difatti, basta dare una rapida occhiata alle tate dichiarazioni che si sono susseguite ultimamente. Renzi, ad Arezzo, annuncia una (im)probabile candidatura al senato. Esatto, lui stesso che aveva provato ad…

continua a leggere

PD e intercettazioni: Travaglio vs Moretti “come con Berlusconi”

La coerenza, si sa, non è mai stata una qualità del Partito Democratico. A dir la verità, i militanti più che coerenti sembrano coeRenzi. Come, ad esempio, la deputata Alessandra Moretti che nell’ultima puntata di DiMartedì ha cercato di difendere il disegno legislativo Orlando sulle intercettazioni. Ha cercato sì, ma…

continua a leggere

Specchia, “silenzio” per Noemi Durini

Tanto s’è detto, tanto s’è letto nelle ultime ore circa l’omicidio di Noemi Durini. Con un rapidità travolgente, ogni cittadino è divenuto, così a random: commentatore, opinionista, fotografo, giornalista, avvocato, magistrato, psicologo, psichiatra, veggente, inquisitore. A ragione del tanto veleno e livore profusi nella “corsa” alla gogna mediatica, “Prima Pagina”…

continua a leggere

Venezia 74: vince Guillermo Del Toro citando Leone. L’Italia resta a guardare.

“Dedico questo premio a Sergio Leone, che mi ha ispirato.” Così un grande Guillermo Del Toro chiude in bellezza il 74° Festival del Cinema di Venezia. Grande in tutti sensi, non solo fisicamente come ha sottolineato lui stesso con ironia (“Ho 52 anni e peso 110 chili”). Grande per l’eccellente…

continua a leggere

Da Gabanelli al bavaglio su intercettazioni: fumata nera per l’informazione

Giorno nero per l’informazione italiana, e non solo. Da un lato il recente caso scatenato dall’autosospensione di Milena Gabanelli dalla conduzione di RaiNews24, dall’altro il recentissimo decreto legislativo preparato dal ministro Orlando che vieta la pubblicazione integrale del contenuto delle intercettazioni. Di esse, i giornalisti dovrebbero soltanto riportarne il “tema”…

continua a leggere

Libero in prima pagina: la “malaria” del giornalismo italiano

La deontologia questa sconosciuta. Non è la prima volta che la linea editoriale di “Libero” (anzi “Occupato”, come ama definirlo Marco Travaglio) stupisce (in negativo ovviamente) i cittadini. Discriminante verso attori politici e non solo, il quotidiano diretto ad anni alterni prima da Belpietro poi da Feltri, ferisce ancora. Oggi…

continua a leggere

Perché lo spot Buondì Motta è geniale

Care mamme “indignate” per lo spot Motta dei Buondì, dovreste sapere giusto un paio di cose. Nel mondo culturale (cinematografico e letterario) esistono un paio di generi (che molto spesso si uniscono e fondono assieme): la satira, il trash, ed il demenziale. Se usati bene, ed alla perfezione, fanno riflettere.…

continua a leggere

Is this the Roger we really want?

E’ vero. L’ultimo lavoro musicale di Roger Waters è uscito “giusto” qualche mese fa (maggio 2017) e scriverne adesso potrebbe sembrare alquanto anacronistico. Ho però deciso di prendere il mio tempo, giusto quanto serviva per permettere a “Is this the life we really want?” di far penetrare internamente ed interamente…

continua a leggere