David Rossi, il suicidio imperfetto: Davide Vecchi a Siena

david rossi, suicidio imperfetto, chiare lettere, davide vecchi, il fatto quotidiano, siena, mps, monte dei paschi di sienaNon per delegittimare la Giustizia, ma per cercare la verità. Questi gli intenti esposti e testimoniati dal giornalista del Fatto Quotidiano, Davide Vecchi, che nella giornata di ieri 12 ottobre ha presentato il suo ultimo libro “Il caso David Rossi: il suicidio imperfetto”, edito da ChiareLettere. L’intento del giornalista è quello di ricostruire, grazie ovviamente all’utilizzo delle fonti e delle documentazioni del caso, cose successe la notte del 6 marzo del 2013 grazie anche a preziose testimonianze.
Nel giorno di uscita del libro, l’autore è voluto partire proprio da Siena luogo simbolo del drammatico episodio che vede coinvolta la più grande banca d’Italia: il Monte dei Paschi di Siena.
Nonostante la descrizione e ricostruzione cronologia ad opera di Davide Vecchi nella stesura del suo testo, egli non cerca di sostituirsi alla magistratura. Cerca piuttosto di evidenziare anomalie e “sciatterie” compiute da forze dell’ordine e da altri organi istituzionali competenti nella ricostruzione del caso.
Caso, quest’ultimo, che ad oggi appare ben lungi dall’essere risolto e che probabilmente resterà uno dei delitti “eccellenti” dell’Italia contemporanea.

Marco Marangio

giornalista pubblicista, laureato in Lettere moderne, amministratore del blog Prima Pagina e autore della silloge di poesie Percorsi

I commenti sono chiusi.