Puglia, elezioni 2018: l’involuzione della sinistra, o presunta tale

elezioni 2018, 4 marzo, partito democratico, puglia, matteo renzi, elisa mariano, dario stefano, d'alema, liberi e uguali, pietro grasso, renzusconi

Che la sinistra (o presunta tale) sia in declino è cosa ormai nota. Stando agli ultimi sondaggi, il «Partito Di Renzi» (al secolo Partito Democratico) raggiunge appena il 22%, mentre «Liberi e uguali» (nato dalle defezioni piddine) tocca a mala pena il 6 percento. A livello nazionale, quel che nominalmente…

continua a leggere

Rimborsopoli, M5S: così non fan tutti

rimborsopoli, m5s, le iene, campagna elettorale, elezioni politiche 2018, tangentopoli, renzi, berlusconi

Partiamo con una precisazione: l’appellativo «rimborsopoli» dato dai media al caso di mancati versamenti al fondo per le piccole e medie imprese da parte di alcuni parlamentari pentastellati è una iperbole. L’assonanza semantica e politica vorrebbe avvicinare il caso in questione ai macroscopici episodi storici quali «tangentopoli» ed altri casi…

continua a leggere

Elezioni 2018, liste e impresentabili: tutti gli uomini dei presidenti

campagna elettorale, elezioni 2018, partito democratico, forza italia, matteo renzi, silvio berlusconi, liste, impresentabili, indagati

Lo abbiamo affermato nel post precedente: questa campagna elettorale è iniziata nel peggior modo possibile, non solo per la tempistica. Giusto l’altro ieri, Roberto Giachetti (candidato PD) ha postato un video sui social in cui afferma che “è iniziata la campagna elettorale”. Ad appena a 30 giorni dal voto. Basterebbe…

continua a leggere

Campagna elettorale: errori ed orrori da non dimenticare

campagna elettorale, elezioni 2018, partito democratico, matteo renzi, liberi e uguali, pietro grasso, centro destra, silvio berlusconi, matteo salvini, giorgia meloni, movimento 5 stelle, luigi di maio, m5s

Siamo chiari: questa campagna elettorale è probabilmente una delle peggiori degli ultimi anni. Partita con eccessivo ritardo, reduce da Gentiloni (ombra del Governo Renzi), ad oggi siamo ancora alle prese con le lacerazioni divisive delle nomine partitiche del Partito Democratico. Se è vero che la Storia è maestra, è altrettanto…

continua a leggere

“Che Silvio che fa”

Da #ChetempocheFa a #CheSilviochefa è un attimo. Un’intervista, per sua natura dialettica e professionale, deve essere fondata su una critica costruttiva anche dinanzi ad un personaggio pubblico e/o noto nobilmente impeccabile.  Fazio ha regalato alla TV di Stato, ormai decostruita delle sue stesse fondamenta, una “intervista” (?) all’uomo politico più…

continua a leggere

10 anni PD: il treno passa una volta sola. Per fortuna!

Dieci anni di Partito Democratico. E sentirli tutti, anzi, magari dimostrarne anche di più. La settimana scorsa il PD ha celebrato la sua prima decade. Lo stile, stando alle registrazioni degli interventi, è sempre lo stesso: autoreferenzialità, divisionismo, sguardo al passato, miopia verso il futuro. Presente non pervenuto. Anzi, il…

continua a leggere

Daniela Santanchè, #camminataveloce: l’involuzione “social” della politica italiana

daniela santanchè, camminataveloce, instagram, social media, comunicazione politica, silvio berlusconi, andrea scanzi

Ogni tanto fa bene svagarsi. Magari con una camminata veloce. Magari in pieno stile Daniela Santanchè, in completo di Chanel per le vie di Milano. Potrebbe sembrare inutile, futile e per certi versi anche autolesionistico discutere dei canali social di alcuni (dis)onorevoli. Eppure riflettere per un paio di minuti sul…

continua a leggere

Catalan Referendum: la democrazia non si reprime

D’ora in poi la Spagna sarà divisa. Sarà divisa, nonostante il risultato referendario e la pronuncia dell’ Unione Europea che ha confermato l’illegittimità del referendum (giacché viola la costituzione spagnola)  di ieri, 1 ottobre 2017. Al di là di ogni analisi politica, al di là di ogni presa di posizione…

continua a leggere

Brindisi, caso Cerano: è il cemento, bellezza!

“Nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Pare che le centrali di Cerano ed Ilva abbiano fatto buon uso della legge della conservazione della massa. Il recente caso che ha visto coinvolti decine di indagati, con annessi sequestri delle centrali, è forse la testimonianza più chiara. Meno chiaro, invece, è il…

continua a leggere

Da Renzi a Di Maio: i turbo leader all’opera

Turbopolitici all’opera. Appena terminata l’estate, ecco che i maggiori leader tornano sulla cresta dell’onda, anche se sarebbe meglio dire “dell’onta”. Difatti, basta dare una rapida occhiata alle tate dichiarazioni che si sono susseguite ultimamente. Renzi, ad Arezzo, annuncia una (im)probabile candidatura al senato. Esatto, lui stesso che aveva provato ad…

continua a leggere