Elezioni, 2013 – 2018: cosa è cambiato?

Quanto tempo è passato? Poco dal mero punto di vista cronologico, tanto invece per quello politico. Basti pensare che alle elezioni del 24-25 febbraio 2013, Berlusconi perde 6 milioni e mezzo di voti con l’allora PDL. Il Partito Democratico, svilito dalle politiche «lacrime e sangue» di Mario Monti, abbandona per…

continua a leggere

Matteo Renzi: “mi dimetto da segretario”. Ma prende tempo.

matteo renzi, dimissioni, segretario, partito democratico, elezioni, referendum costituzionale, primarie, marco travaglio, otto e mezzo

Matteo Renzi non ce la fa. Non ce l’ha fatta la mattina del 5 dicembre 2016 e fallisce nuovamente il 5 marzo 2018. Fallisce su due punti: il primo è quello più evidente, ovvero la disfatta elettorale/referendaria; il secondo è l’attaccamento alla poltrona. Quando poco più di un anno fa…

continua a leggere

Elezioni, Renzi si dimette: “tornerò a fare il senatore”

matteo renzi, dimissioni, elezioni 4 marzo, partito democratico

Dopo diverse ore di attesa, Matteo Renzi (ormai segretario pro tempore del Partito Democratico) ha dichiarato la volontà di dimettersi dalla direzione del partito. Ha affermato che tornerà a fare il senatore, nonostante volesse abolire il senato attraverso la riforma Costituzionale. Si è così espresso: “Come sapete e com’è doveroso…

continua a leggere

Elezioni 4 marzo: perché votare è essenziale

elezioni 2018, 4 marzo, campagna elettorale, rosatellum, silvio berlusconi, matteo renzi, renzusconi, nanni moretti, astensione

Siamo sinceri: se l’Italia fosse un Paese un normale saremmo andati alle urne poco dopo la debacle referendaria sulla Costituzione. Eppure avremmo dovuto già apprenderlo da un bel pezzo: l’Italia non è un Paese normale. o meglio, non ancora. C’è qualche speranza affinché lo diventi? Probabilmente recandosi alle urne la…

continua a leggere

Puglia, elezioni 2018: l’involuzione della sinistra, o presunta tale

elezioni 2018, 4 marzo, partito democratico, puglia, matteo renzi, elisa mariano, dario stefano, d'alema, liberi e uguali, pietro grasso, renzusconi

Che la sinistra (o presunta tale) sia in declino è cosa ormai nota. Stando agli ultimi sondaggi, il «Partito Di Renzi» (al secolo Partito Democratico) raggiunge appena il 22%, mentre «Liberi e uguali» (nato dalle defezioni piddine) tocca a mala pena il 6 percento. A livello nazionale, quel che nominalmente…

continua a leggere

Elezioni 2018, liste e impresentabili: tutti gli uomini dei presidenti

campagna elettorale, elezioni 2018, partito democratico, forza italia, matteo renzi, silvio berlusconi, liste, impresentabili, indagati

Lo abbiamo affermato nel post precedente: questa campagna elettorale è iniziata nel peggior modo possibile, non solo per la tempistica. Giusto l’altro ieri, Roberto Giachetti (candidato PD) ha postato un video sui social in cui afferma che “è iniziata la campagna elettorale”. Ad appena a 30 giorni dal voto. Basterebbe…

continua a leggere

Campagna elettorale: errori ed orrori da non dimenticare

campagna elettorale, elezioni 2018, partito democratico, matteo renzi, liberi e uguali, pietro grasso, centro destra, silvio berlusconi, matteo salvini, giorgia meloni, movimento 5 stelle, luigi di maio, m5s

Siamo chiari: questa campagna elettorale è probabilmente una delle peggiori degli ultimi anni. Partita con eccessivo ritardo, reduce da Gentiloni (ombra del Governo Renzi), ad oggi siamo ancora alle prese con le lacerazioni divisive delle nomine partitiche del Partito Democratico. Se è vero che la Storia è maestra, è altrettanto…

continua a leggere

“Renzusconi”: il ritratto perfetto del tragicomico boyscout di Rignano

renzusconi, andrea scanzi, recensione, il fatto quotidiano, paperfirst, saggistica, matteo renzi, silvio berlusconi

Di Andrea Scanzi scrittore si potrebbe affermare ciò che disse Cesare Pavese a riguardo di Italo Calvino: “è uno scoiattolo della penna”. Dalla narrativa, alla saggistica. Dalla musica, al vino. Dallo sport, alla politica. Andrea Scanzi ha, negli anni, sperimentato diversi tipi di scritture con un approccio sempre differente dovuto…

continua a leggere

10 anni PD: il treno passa una volta sola. Per fortuna!

Dieci anni di Partito Democratico. E sentirli tutti, anzi, magari dimostrarne anche di più. La settimana scorsa il PD ha celebrato la sua prima decade. Lo stile, stando alle registrazioni degli interventi, è sempre lo stesso: autoreferenzialità, divisionismo, sguardo al passato, miopia verso il futuro. Presente non pervenuto. Anzi, il…

continua a leggere

Da Renzi a Di Maio: i turbo leader all’opera

Turbopolitici all’opera. Appena terminata l’estate, ecco che i maggiori leader tornano sulla cresta dell’onda, anche se sarebbe meglio dire “dell’onta”. Difatti, basta dare una rapida occhiata alle tate dichiarazioni che si sono susseguite ultimamente. Renzi, ad Arezzo, annuncia una (im)probabile candidatura al senato. Esatto, lui stesso che aveva provato ad…

continua a leggere